Ritorna alla pagina News

Termoregolazione: dall’inverno all’estate con le fibre naturali

Sapersi vestire bene nel corso delle varie stagioni non è una pratica solo estetica, ma soprattutto igienica e salutare.

Bisogna infatti scegliere il giusto tessuto in base alle varie stagioni, selezionando un abbigliamento che faccia traspirare la pelle in maniera sana e naturale senza provocare irritazioni o allergie.

La scelta migliore è puntare su fibre naturali, che siano biologiche e certificate per essere sicuri di usare un abbigliamento consono e garantito. Nel vasto panorama dei tessuti biologici se ne possono individuare cinque: il lino, il cotone, la juta, la canapa ed il bamboo.

Questi tessuti sono la scelta migliore per un abbigliamento biologico, ed hanno delle caratteristiche peculiari da tenere a mente per utilizzarli nel mondo opportuno nel corso delle varie stagioni dell’anno.

Il lino era usato sin dai tempi degli antichi Egizi, considerato un simbolo di candore. Oggi il lino è utilizzato soprattutto per la sua praticità, in modo particolare durante le stagioni calde.

Il lino ha eccellenti qualità di traspirazione, è estremamente leggero e garantisce un notevole comfort, qualità molto apprezzate quando fa caldo e la sudorazione tende ad aumentare. Inoltre il lino offre una gamma molto ampia di colorazioni, in modo da poter garantire anche un notevole effetto estetico.

Altro materiale molto indicato per le stagioni calde è il cotone, poiché è una fibra naturale che non irrita la pelle e ne facilita la traspirazione. É un tessuto igroscopico, quindi assorbente, e facilita l’assorbimento di sostanze liquide come il sudore.

Proprio per questo motivo il cotone biologico è un tessuto “derma-friendly” indicato sia per i bambini che per gli adulti. Esattamente come il lino, anche la juta si ricava dal fusto della pianta.

Si tratta di una fibra tessile altamente igroscopica, e quindi garantisce un’elevata traspirabilità del tessuto risultando molto indicata nei periodi estivi o particolarmente caldi. Il suo utilizzo è molto diffuso nella produzione di cappelli, cinture e borse.

La canapa è un tessuto estremamente versatile, poiché avendo una fibra cava è in grado di restare fresca in estate e calda in inverno. Ha proprietà antibatteriche e antifungine, ed assorbe velocemente i raggi ultravioletti, i raggi UVA e l’umidità del corpo tenendolo asciutto.

Inoltre ha un notevole grado di resistenza agli strappi, risultando un tessuto estremamente duraturo. Anche il bamboo possiede caratteristiche molto interessanti, in quanto questo tessuto è antimicrobico (protegge il corpo), traspirante (favorisce il passaggio dell’aria, risultando indicato per chi pratica sport o per chi vive in aree calde ed umide), protettivo (protegge dai raggi ultravioletti) ed estetico (scivola sulla pelle seguendo le linee del corpo).

I tessuti in fibre naturali, certificati e garantiti, sono fondamentali per garantire la salvaguardia e la giusta cura della salute della pelle, soprattutto per i soggetti particolarmente sensibili.

I tessuti naturali possono essere considerati tessuti “intelligenti”, in quanto essendo termoregolatori hanno la capacità di evitare la sudorazione eccessiva, e proteggono trattenendo il calore. I tessuti traspiranti, grazie a queste particolari caratteristiche, sono indicati per le attività sportive e possono essere utilizzati sia d’estate che di inverno.